Salvini licenzia i suoi dipendenti: ”Meglio assumere immigrati, costano meno e lavorano di più”

Matteo Salvini ha licenziato i suoi dipendenti come noto dalle cronache dei quotidiani di questi giorni.

Alla richiesta dei giornalisti di ulteriori informazioni in merito ha affermato “Meglio assumere immigrati o finti profughi, costano molto meno e lavorano molte ore in più senza protestare”. Dai vertici della Lega fanno sapere che la situazione era impossibile da gestire, i dipendenti italiani erano spesso assenti ingiustificati, a volte timbravano il cartellino per poi andare al cantiere a vedere i lavori, nonostante non fossero ancora pensionati.

Si trattava di una situazione impossibile da gestire ma senza un aiuto non si poteva andare avanti. Quindi abbiamo assunto dei cinesi per la parte amministrativo contabile e poi profughi di diverse nazionalità perché lavorano senza protestare, la paga è inferiore ed accettano di lavorare in nero, come già fanno per le coop rosse. Così risparmiamo denaro ed abbiamo un servizio migliore.

Immediata la reazione della Boldrini: “Lo dicevo, loro sono l’avvanguardia, il futuro, uno stile di vita, ora anche Matteo lo ha capito”.

loading...